Le acque migliori per stomaco, fegato e intestino

Ciao da Niki, ormai lo sapete che ogni acqua é diversa e che agisce in maniera differente sui nostri organi.

Giorno dopo giorno, scorie e tossine causate da un’alimentazione non equilibrata e dallo stress possono diminuire la funzionalità dell’apparato digerente: un soggiorno in un centro termale può aiutare a ritrovare il benessere.

I problemi a carico dell’apparato digerente trovano grande giovamento dal soggiorno termale:

  • Le acque solfato-bicarbonato-calciche possono aiutare in caso di gastriti, ulcere, coliti spastiche e stipsi sia per via orale, sia nelle balneoterapie, fangoterapie o irrigazioni rettali.
  • Per chi fa fatica a digerire o ha calcoli renali, si consigliano le acque bicarbonato-alcaline, da bere per un ciclo di cura di almeno due settimane.
  • Le cloruro-sodiche , le bicarbonate e le solfate hanno un elevato potere disintossicante sul fegato, agiscono depurando l’apparato digerente e stimolano la produzione di bile, un processo particolarmente utile in caso di affaticamento del fegato in seguito a disordini alimentari o a eccessivo consumo di alcol.

voi le conoscete tutte queste acque? Le avete mai provate ?

L’ importanza di alternare sport diversi per migliorare la propria forma fisica

L’importanza della varietà, un saluto da Cris! oggi volevo scrivere dell’importanza di come variare l’attività fisica può migliorare il proprio benessere.

Perché le diverse funzioni del corpo raggiungano una perfetta sintonia, é innanzitutto opportuno praticare sport di carattere aerobico, che hanno il pregio di tenere allenate le difese immunitarie, le ossa e i muscoli.

E’ utile anche dedicarsi a lavori corporei più completi, capaci cioè di risvegliare la consapevolezza fisica, insegnare a usare il corpo in modo più efficiente, conservare flessibili le articolazioni e smuovere l’energia e la vitalità. Chi é sovrappeso può trarre molti vantaggi dal movimento, e non solo da punto di vista estetico: un peso elevato, infatti, può determinare futuri disturbi.

Gli esercizi aerobici garantiscono all’organismo i vantaggi più rilevanti: impegnano quasi tutti i muscoli del corpo, senza sforzarli eccessivamente, stimolano le funzioni respiratorie e cardiovascolari, aiutano a riequilibrare la pressione arteriosa, aumentano i valori del colesterolo “buono”, aiutano a prevenire il diabete e consentono di curarlo con meno farmaci e combattono l’invecchiamento. In base alle attuali conoscenze, una regolare attività fisica appare come l’unico strumento affidabile per contenere il rallentamento spontaneo del metabolismo. Altro effetto documentato, verificabile nell’esperienza di tutti, é quello di migliorare l’umore e influire positivamente su squilibri psicoemotivi, come stress, depressione e insonnia.

Quindi ricordatevi variate…variate…variate e scegliete sempre un attività aerobica! Poi fatemi sapere i vostri progressi e che attività avete svolto! un saluto dal Cris

L’esercizio quotidiano per aumentare le difese immunitarie

In un programma orientato al potenziamento delle difese immunitarie e a rallentare il naturale processo di invecchiamento del corpo, l’esercizio fisico deve avere un ruolo decisamente centrale nella vita di tutti i giorni.

La maggior parte delle ricerche scientifiche indica come dose minima quotidiana di esercizio fisico una passeggiata di mezz’ora. se per accelerare il metabolismo , strategia fondamentale per dimagrire più facilmente, é consigliabile estendere la durata dell’impegno fisico fino a un’ora, per ottenere effetti vantaggiosi per la salute generale si può anche pensare a una serie di passeggiate più brevi, purché il tempo a essa destinato raggiunga in tutto la mezz’ora,

Vanno bene, ovviamente, dosi equivalenti di altre attività aerobiche moderate: nuotare, pattinare, andare in bicicletta, giocare a tennis o a ping pong, correre e saltare la corda. Non é la disciplina scelta a fare la differenza, l’importante é muoversi con regolarità.

E soprattutto é importante la Varietà

Perché le diverse funzioni del corpo raggiungano una perfetta sintonia, é innanzitutto opportuno praticare sport di carattere aerobico, che hanno il pregio di tenere allenate le difese immunitarie, le ossa e i muscoli. E’ utile anche dedicarsi a lavori corporei più completi, capaci cioé di risvegliare la consapevolezza fisica, insegnare a usare il corpo in modo più efficiente, conservare flessibili le articolazioni e smuovere l’energia e la vitalità. Chi é sovrappeso può trarre molti vantaggi dal movimento, e non solo dal punto di vista estetico; un peso elevato, infatti può determinare futuri disturbi…..

Non dimenticatelo…lunedì vi aggiornerò sui gli altri benefici dello sport e perché é importante ascoltare il corpo! un saluto da Cris!!!!

Yoga on Top…la prima yoga Academy a più di 2000 metri

Dopo il successo del 2019, torneremo dal 18 al 20 settembre a fare yoga a più di 2000 metri, una delle località più irraggiungibili delle Dolomiti, ma proprio perché il nostro retreat si trova a 2000 metri e dopo 45 minuti di sentiero percorribile solo a piedi, si trova in un luogo magico con una veduta spettacolare sulle Dolomiti; un luogo che per la sua posizione porta energia e serenità in tutti partecipanti.

Abbiamo deciso di affittare per il periodo “tutto” il Maso solo 16 posti letto con servizi privati, colazione pranzo e cena saranno serviti , prevalentemente tutti a km 0 e nel limite del possibile faremo in modo come sempre di provvedere a tutte le scelte alimentari vegetariane e vegane.

Le lezioni di yoga saranno al mattino poco prima della colazione e poi alla sera poco prima del tramonto, si potranno organizzare sedute di yoga e meditazione nel corso della giornata su base privata come extra; la posizione del Maso si trova in una posizione strategica per poter effettuare escursioni poco impegnative a piedi nel bosco dove spesso si ha l’occasione di incontrare cerbiatti e volpi.

Un occasione magica e che bisogna sempre prenotare con largo anticipo per essere certi di trovare ancora posto.

Scrivimi per avere altri dettagli! un saluto e a presto Max

COCCOLIAMO LA PELLE CON LA FRESCHEZZA!

Se dovessimo scegliere tra una spremuta di frutta fresca e un succo, cosa sceglieremmo? La risposta è abbastanza scontata.

Ma se convertissimo questa logica anche per i prodotti di uso quotidiano sulla nostra pelle, cosa scegliereste?

Quando parliamo di prodotti per l’igiene personale e cura del corpo, freschezza significa:

  • alta qualità delle materie prime vegetali, raccolte a giusta maturazione e nei luoghi di origine,
  • rinuncia a sostanze sintetiche e conservanti aggiunti,
  • efficacia superiore,
  • rispetto per la natura e per l’ambiente,
  • tutela e cura del nostro corpo e del nostro benessere.

Ci sarebbe molto altro da aggiungere, ma la domanda è cosa scegliete voi?

Io scelgo la freschezza!

Un saluto da Giovanna mi potete trovare qui per avere ottimi consigli a presto! https://giovannapusterla.ringana.com/rethink/?lang=it

L’importanza di restare in forma

Se l’approccio alimentare é fondamentale per il miglioramento delle difese, l’esercizio fisico, i cui effetti sono stati studiati attentamente dagli epidemiologici negli ultimi dieci anni , si é rivelato come il fattore determinante per mantenere la salute e rallentare l’invecchiamento.

Tuttavia nella società odierna, viene ancora troppo spesso trattato alla stregua di un male necessario per perdere peso. Da numerose ricerche, invece, é emerso che la pratica costante di un’attività sportiva (meglio se aerobica) stimola la produzione di endorfine, favorendo così uno stato di benessere psicofisico.

L’American Cancer Society, dopo un attento riesame dei dati ricavati da numerose ricerche, ha concluso che 30 minuti di attività fisica moderata, praticata almeno 5 volte alla settimana, sono in grado di ridurre l’incidenza di molte forme tumorali: 45 minuti di attività più intensa con la stessa frequenza, riducono invece della metà l’incidenza del cancro al colon e di un terzo quella del cancro al seno. Dati importanti sui quali riflettere, con la consapevolezza che la stessa quantità di esercizio fisico ha notevoli vantaggi anche nella prevenzione delle patologie cardiovascolari.

A breve vi scriverò anche di piccoli esercizi quotidiani….ciao da Cris a presto !

3 consigli più uno per i problemi articolari

Non si tratta di problemi necessariamente legati alla terza età: spesso, proprio le persone più attive, che hanno sottoposto il loro apparato osseo e articolare a sforzi prolungati ed eccesivi, ne possono soffrire anche in età giovanile.

  • In caso di mal di schiena, mal di collo, ginocchia e spalle doloranti le acque ideali sono le salsobromoiodiche: formatesi in epoca remota e di origine marina, si trovano nei pressi di località costiere o in aree territoriali affiorate in epoca successiva, dove hanno dato vita a bacini idrominerali;
  • fuoriuscendo, queste acque si mescolano alle argille creando particolari fanghi dalle proprietà decongestionanti. A livello terapeutico, questi due elementi lavorano in sinergia: il fango riscalda la muscolatura, rilassandola, riduce il dolore e favorisce la circolazione sanguigna, portando più nutrimento alle cartilagini; i sali, presenti nella composizione dell’acqua, svolgono poi un’azione rilassante (calcio e magnesio) antifiammatoria (cloruro di sodio) e nutriente per le cartilagini (solfuri e solfati):
  • Le acque salsobromoiodiche svolgono, anche un’importante azione riparatrice sulle cartilagini, le prime a risentire degli sforzi a cui sono sottoposte le articolazioni

un ottima alternativa sono i bagni di fieno: contro artrosi, artropatie, dolori ossei e muscolari, ma anche in caso di stress e tensioni nervose, possono essere utili i bagni di fieno. Il paziente viene fatto sdraiare su uno s trato di fieno che ricopre un apposito letto a doghe, e poi ricoperto con altro fieno (a eccezione della testa). Il vapore termale immesso traspira dal fieno e permette di liberare i principi attivi delle erbe contenute (oltre 10-15 varietà) che vengono assorbiti insieme al calore.

Il trattamento é praticabile anche da chi soffre di allergie ai pollini, infatti il fieno compresso , viene totalmente inumidito con acqua calda termale prima di essere utilizzato. Questo procedimento blocca l’emissione di polvere, che contiene gli allergeni, le sostanze responsabili delle allergie.

Come vedi anche i piccoli pensieri articolari si possono risolvere con le acque termali, un saluto da Niki se ti é piaciuto resta con noi, iscriviti e resta connesso con la nostra pagina Facebook o Instagram!

Siamo tutti ai blocchi di partenza per ripartire

Iniziate a pulire i vostri tappetini yoga, poi preparate il vostro bagaglio più comodo e mettetevi sui blocchi di partenza…perché a breve ripartiamno con i nostri Yoga retreats!

Nuovi viaggio saranno pronti a breve, avremo Canarie, Malta, Grecia e chissà forse anche un luogo un pò fresco nel nord Europa.

Finalmente la situazione si sta normalizzando, molte località sono pronte ad accoglierci con la massima sicurezza e soprattutto in luoghi meravigliosi….ci manca il suono del mare, la salsedine sulla pelle e l’aria che rinfresca alla sera di fronte alle montagne!

Continuate a seguirci perché siamo pronti per partire!!! un saluto da Max e a presto con tutte le mie news di viaggio.

Abbi cura del tuo fegato… ed il tuo corpo te ne sarà grato

COME AVERE CURA DEL FEGATO

Il fegato è l’organo emuntore votato all’eliminazione delle sostanze tossiche dal corpo, è un filtro che deve essere ben pulito, per espellere le tossine che diversamente rientrerebbero in circolo nel corpo.

Quali sono le migliori abitudini per tenerlo pulito ed efficiente?

  • bere tanta acqua
  • assumere verdure verdi e dal sapore un po’ amaro come cicoria, carciofi, cardo, tarassaco e comunque cibi alcalini
  • ridurre caffè, tè, cioccolato
  • evitare le bevande alcoliche e superalcoliche
  • utilizzare prevalentemente grassi vegetali, anche sotto forma di frutta secca
  • prediligere il pesce alla carne
  • utilizzare erbe e spezie depurative come curcuma, cardo mariano, carciofi, clorofilla
  • assumere regolarmente antiossidanti, che sono di grande aiuto per il fegato.

Questi accorgimenti possono fare la differenza, la nostra salute e le nostre prestazioni dipendono molto dalle nostre abitudini alimentari.

E tu cosa fai per il tuo fegato? Quali abitudini segui regolarmente? Scrivilo nei commenti, e se vuoi un consiglio personalizzato contattami.

Io sono Giovanna e mi trovi anche qui! https://giovannapusterla.ringana.com/rethink/?lang=it

le 5 soluzioni per i problemi cutanei

A seconda del problema da trattare le cure dermatologiche prevedono vari trattamenti, durante i miei viaggi alla scoperta delle acque termali ho visto molti tipi di trattamenti per la cura dei problemi cutanei e comunque nonostante i luoghi fossero diversi le tipologie si assomigliavano; dai bagni agli impacchi, dalla nebulizzazione all’utilizzo delle acque associate alla cura con una luce particolare efficace contro la psoriasi.

Qui sotto vi elencherò le 5 soluzioni per i problemi cutanei

I BAGNI – immersioni di circa mezz’ora in acqua termale sono consigliate per tutte le patologie che riguardano il corpo, in particolare eczemi e dermatiti atopiche. L’azione dei getti dell’idromassaggio può favorire l’assorbimento cutaneo.

NEBULIZZAZIONE – Con apparecchi simili a quelli utilizzati in estetica per la pulizia del viso, si praticano inalazioni a getto diretto di vapore caldo-sulfureo sul viso, specie in caso di acne.

FOTOBALNEOTERAPIA – Contro la psoriasi e i disturbi psicologici a essa collegati si può effettuare una particolare terapia che associa ai benefici dei bagni termali l’azione della luce. Particolari lampade riproducono la situazione climatica e cromatica di una giornata di sole all’equatore, condizionando favorevolmente la pelle e la psiche.

IMPACCO DI FIORI DI ELICRISO – Si tratta di un delicato impacco lenitivo utilissimo per le dermatiti secche. Sminuzzate 4 cucchiai di fiori di elicriso e fateli sobbollire con una tazza di acqua termale per 10 minuti, a fuoco basso. Lasciate riposare 20 minuti e quando il composto sarà tiepido trasferitelo in una pezzuola di cotone. Applicate l’impacco sulla zona interessata e tenete in posa mezz’ora.

LE MASCHERE PER L’ACNE – Nelle forme di acne umide e arrossate, é consigliabile un impacco di fango disinfiammante, da realizzare anche da soli: impastate 2-4 cucchiai di argilla verde ventilata con acqua termale o con aceto di mele, fino a ottenere un composto denso. Applicatelo sulla zona da trattare e tenete in posa per 20 minuti, finché si secca, quindi idratate la pelle con oleolito o unguento di calendula. Nelle forme di acne secca, invece evitate l’argilla che tende a disidratare ulteriormente la pelle, ed eseguite impacchi con una pezzuola inumidita di acqua termale sulfurea tiepida, in alternativa, effettuate, sempre con la medesima acqua, delle nebulizzazioni sul viso. Potete utilizzare il classico umidificatore manuale che si usa per inumidire la biancheria.

Un saluto da Niki e a presto e se ti é piaciuto il mio post condividilo con i tuoi amici!